Volpe rossa : descrizione , habitat e comportamento

Volpe rossa

La volpe rossa (Vulpes vulpes) è un animale selvatico appartenente alla famiglia dei Canidi.

Tra tutte le specie di volpi esistenti, la volpe rossa è quella che raggiunge le dimensioni maggiori e che ha un areale più vasto.

Inoltre , in Italia, è il carnivoro selvatico più diffuso.

Distribuzione e habitat della volpe rossa

La volpe rossa è presente in tutto l’emisfero Boreale, dal Circolo polare artico al Nord Africa, in Eurasia e nel Nord America.

È presente in tutta Italia, fatta eccezione per le isole minori.

Predilige gli ambienti miti né troppo caldi né troppo freddi riuscendo a prosperare dal livello del mare fino ai 3000m.

Popola prevalentemente gli ambienti boschivi, ma non è raro incontrarla anche nelle zone di campagna aperta.

Descrizione della volpe rossa

La volpe rossa è un canide di medie dimensioni che può misurare tra i 75 e i 140 cm, per un peso che varia dai 3 ai 15 kg ; queste misure la rendono la più grande appartenente al suo genere.

Il corpo è affusolato ed il muso è allungato, le orecchie sono triangolari, appuntite e dritte, generalmente nere nella parte posteriore ed estremamente mobili.

Le zampe sono corte, ma agili e scattanti.

La sua pelliccia è folta, soffice e dal colore mutevole a seconda delle stagioni e del luogo in cui abita (Il colore, spesso rossiccio, va dal giallo al marrone).

La gola, il ventre e l’estremità della coda sono bianche; quest’ultima è lunga e folta.

Volpe rossa

Alimentazione della volpe rossa

La volpe rossa è carnivora, ma spesso e volentieri ricorre ad uno stile di vita onnivoro cibandosi anche di frutta e bacche.

Si nutre prevalentemente di insetti, roditori, uccelli, rettili, piccoli mammiferi e piccoli anfibi.

È un’ottima cacciatrice, ma anche grande ladra di uova e grande disturbatrice di pollai.

Comportamento della volpe rossa

Le volpi rosse sono animali crepuscolari; nelle zone molto popolate dall’uomo però sono prevalentemente notturne.

Normalmente le volpi vivono in coppia, con i cuccioli, anche se talvolta è possibile osservarne esemplari solitari o gruppi composti da 4 o 6 adulti. In questi casi c’è una gerarchia ben marcata tra i vari individui, in particolare tra le femmine c’è un sistema gerarchico che limita la capacità produttiva.

Se vivono in contesti sociali, le volpi rosse sono monogame, se no le femmine trovano ogni anno un compagno riproduttivo nuovo. Se la coppia è monogama, il padre partecipa all’allevamento della prole, altrimenti se ne occupa esclusivamente la madre.

Generalmente sono cacciatori solitari e sono animali molto territoriali, anche con il cibo (non condividono il pasto con altri esemplari, fatta eccezione con i cuccioli). Marcano il loro territorio mediante delle ghiandole odorifere poste vicino alla coda.

Hanno la tendenza a fare scorte di cibo, nascondendolo in delle piccole buche da loro scavate.

Le volpe rossa ha un udito sensibilissimo, ciò gli consente di cacciare piccoli animaletti che si aggirano tra l’erba alta. Per catturare le sue prede spicca un balzo in aria formando un angolo di 40°. Con questa tecnica riesce a coprire un’area di 5 metri ricadendo esattamente con le zampe anteriori sulla preda, senza lasciarle scampo.

Riproduzione della volpe rossa

La stagione degli amori ha luogo in inverno, tra dicembre e febbraio. La gestazione dura circa 6-7 settimane e i parti avvengono all’inizio della primavera all’interno delle tane.

Le femmine partoriscono in media 3-5 cuccioli . Durante le prime due settimane di vita, la madre non abbandona i cuccioli, si dedica interamente al loro allattamento e viene nutrita dal maschio. AI termine di questo periodo i piccoli iniziano a prendere i primi cibi solidi, costituiti da alimenti predigeriti dalla madre e poi rigurgitati. Questa tecnica permette di nutrire la cucciolata senza portare le carcasse vicino alla tana e nel contempo fa sì che i piccoli non debbano spostarsi alla ricerca di cibo, esponendosi a eventuali pericoli.

Verso della volpe rossa

Il verso della volpe è noto come guaito o gannito.

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.