tortora selvatica

Tortora selvatica: un timido uccello di campagna in serio declino

Tortora selvatica: un timido uccello di campagna in serio declino

La Tortora selvatica (Streptopelia turtur, Linnaeus 1758) è un uccello dell’ordine dei columbiformi, appartenente alla famiglia dei Columbidi.

È decisamente più piccola e meno pallida della Tortora dal collare, infatti ha la coda meno lunga, la testa più piccola ed il collo sottile. Ai lati del collo presenta una macchia a strie bianche e nere, mentre le parti superiori delle ali presentano un’elegante colorazione rossastra; il petto è rosato.

È di medie dimensioni. La lunghezza varia tra 26-28 cm. Ha un’apertura alare di 45-50 cm e un peso intorno ai 100-180 gr. Il volo è caratterizzato da battiti rapidi e ondeggianti.

tortora selvatica
Eleganza di una tortora selvatica

Dove nidifica la tortora selvatica?

L´ habitat di nidificazione è piuttosto vasto, racchiude  una grande varietà di ambienti ove è presente una certa copertura arboreo-arbustiva. Predilige ambienti semi-aperti, quali: cespuglieti, boschetti, margini di boschi, filari e frutteti. Il suo nido viene costruito su alberi o in arbusti folti. Si tratta di una struttura molto semplice, composta da rametti.

Si riproduce anche frequentemente in aree coltivate dove siano presenti filari di alberi o siepi fitte e ben strutturate.

In Italia è nidificante e migratrice regolare ed è presente in tutte le regioni, con esclusione delle zone alpine e della catena appenninica; generalmente si ritrova al di sotto dei 1.000 metri di quota.

La sua migrazione primaverile dura dalla seconda metà di aprile fino al completo insediamento della popolazione nidificante a fine maggio. La migrazione post-riproduttiva, verso i quartieri africani, inizia intorno a metà agosto e dura fino a settembre. Il nostro Paese è visitato anche da individui di passo: in autunno transitano soggetti di provenienza centro-europea che discendono la nostra penisola per raggiungere l’Africa attraverso la Libia e la Tunisia, mentre in primavera si assiste alla risalita.

tortora selvatica
Tortora selvatica in volo

Cosa mangia la tortora selvatica?

La Tortora selvatica si ciba principalmente di semi, foglie e bacche ma non disdegna neppure piccoli molluschi.

Conservazione e gestione

Nella maggior parte dell’areale è stato rilevato, a partire dalla metà degli anni ’70, e più ancora negli anni ’80, un serio declino della specie. Una delle più importanti cause di questo declino va ricercata nella lunga e marcata siccità che ha colpito le regioni del Sahel a partire dagli anni ’70, la quale ha causato una drastica riduzione di cibo e di risorse idriche. Ulteriori concause di questo importante declino sono, inoltre, da ricercare nella trasformazione delle tradizionali colture agricole, in monocolture intensive nei quartieri riproduttivi, a seguito dell’eliminazione della vegetazione dei margini agricoli (filari e siepi), e nella caccia intensa durante le migrazioni.

Canto della tortora selvatica e nido

Articolo scritto in collaborazione con lo staff di – Peri Fyseos – visitate il loro bellissimo canale YouTube -> Peri Fyseos.

Articoli di NaturalMeteo sul mondo animale -> Animali

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No