Tempo instabile e forte calo termico sul centro

Buonasera. Era solo qualche giorno fa quando parlavamo di temperature molto elevate per il periodo; lo scorso fine settimana, infatti, è trascorso con tempo molto stabile e temperature che hanno localmente raggiunto i 30 gradi (es. a Terni +31°C), dando un’illusione di “estate” a molti. Tuttavia, si trattava (ovviamente) solo di una parentesi, che va chiudendosi proprio in queste ore: una saccatura artica estende il suo asse verso l’Italia, causando un generale calo della pressione atmosferica, correlato all’impetuoso afflusso di aria fredda sia dalla porta del Rodano che da quella della Bora. Ne consegue in previsione un graduale peggioramento delle condizioni meteo, con moderata instabilità già nella giornata di domani (mercoledì 17); attenzione però, perché a queste situazioni non si associa maltempo diffuso, bensì, instabilità irregolare; pertanto, è lecito attendersi fenomeni non organizzati e rapidi cambiamenti del tempo. In sintesi, una situazione molto “primaverile”, da sole, pioggia, neve, grandine… 

Dettaglio dei prossimi giorni:

Mercoledì 17/04: condizioni di moderata variabilità, con tempo perlopiù soleggiato al mattino su regioni tirreniche, Marche e Sardegna, salvo irregolari addensamenti nuvolosi; su Abruzzo e Molise qualche piovasco sparso, più probabile in corrispondenza della costa, in spostamento verso le aree appenniniche da metà giornata. Nel pomeriggio più nubi a ridosso dei rilievi, con rovesci sparsi lungo l’Appennino, isolati sul resto delle zone interne tirreniche. Calo della quota neve, fino a 1200m sull’Appennino toscano, 1300/1400m sul resto dell’Appennino, ma con episodi di grandine e neve tonda

Maestrale su tutto il territorio, intenso sulla Sardegna e sulle coste adriatiche, moderato nel pomeriggio su Lazio e coste tirreniche. 

Temperature in vistoso calo, anche di 10°C nei valori massimi sul versante adriatico. 

Giovedì 18/04: spiccata variabilità. Al mattino prevalentemente soleggiato, ma in progressivo peggioramento da metà mattinata, con instabilità irregolare sulle zone interne delle regioni peninsulari. Nel pomeriggio e alla sera rovesci e temporali sparsi, più probabili a ridosso dell’Appennino, con frequenti grandinate e neve tonda; neve da 1000/1100m sull’Appennino toscano, 1100/1300m altrove ma con sensibili variazioni legate all’intensità di precipitazione. Prevalentemente soleggiato per tutta la giornata sulla Sardegna. 

Maestrale teso sulla Sardegna, grecale dal pomeriggio sulla Toscana. Ventilazione non rilevante altrove. 

Temperature in ulteriore calo. 

Venerdì 19/04: instabilità generalizzata nella notte, relegata ad Abruzzo e Molise dal mattino, con fenomeni sparsi, in attenuazione da metà giornata a carattere nevoso fino a circa 800m localmente sulle zone interne sotto precipitazioni consistenti (es. Marsica centro-meridionale), fino a 1000m altrove. Più secco e soleggiato sul versante tirrenico e sulla Sardegna, con qualche rovescio sparso nel pomeriggio sul basso Lazio. 

Ventilazione dai quadranti settentrionali con prevalenza di grecale. 

Temperature in aumento nei valori massimi sul versante tirrenico, stazionarie o in lieve calo sul versante adriatico. 

Si consiglia di rimanere aggiornati, soprattutto riguardo le quote neve previste per la giornata di venerdì, data la distanza temporale. Buona serata! 

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No