simbiosi

Simbiosi: cos’è e perché avviene?

Simbiosi : cos'è e perché avviene?

simbiosi

La simbiosi è un fenomeno biologico che può coinvolgere sia il mondo animale sia quello vegetale.

A livello etimologico il termine proviene dall’unione di due parole greche: syn (insieme) e (bios) vita , e indica letteralmente il termine convivenza.

Vediamo infatti che la simbiosi consiste in un’interazione a lungo termine tra diversi organismi biologici. Questa convivenza viene fatta con il fine di trarne un vantaggio.

Scopriamo meglio di cosa si tratta!

Cos'è la simbiosi?

In biologia , la simbiosi, è un’associazione intima e protratta tra due o più organismi di specie differenti. Si tratta quindi di un’interazione a lungo termine che viene instaurata tra diversi organismi biologici. Avviene una vera e propria convivenza tra organismi.

Le specie coinvolte in questa interazione vengono definite simbionti.

Perché avviene la simbiosi?

La simbiosi avviene per ottenere un vantaggio. Ad esempio questa convivenza può determinare la protezione dai nemici, oppure può avvenire per procurare il cibo o ancora per creare un ambiente favorevole e adatto alla crescita dell’altro organismo.

Alcune volte il legame che si instaura è così stretto che ciascuno dei simbionti non può sopravvivere se l’altro viene a mancare.

Non è detto però che il vantaggio sia sempre reciproco, ovvero non è detto che entrambi i simbionti coinvolti in questa interazione traggano un vantaggio da questa associazione/convivenza .

Tipi di simbiosi

Il risultato dell’associazione tra due specie può essere POSITIVO , NEGATIVO, o NEUTRALE; pertanto, la simbiosi include un’ampia gamma di interazioni, il cui destino degli individui di una specie dipende dalla loro associazione con individui di un’altra specie.

Vediamo i tipi di simbiosi :

  • Mutualismo : quando entrambe le specie traggono un beneficio da questa interazione.
  • Parassitismo : quando una specie trae beneficio a spese dell’altra.
  • Commensalismo : quando una specie trae beneficio dall’altra senza però influenzare significativamente l’altra, quindi senza recarle un danno.

Mutualismo

Il mutualismo è una relazione tra due specie  che risulta essere positiva per entrambe: grazie a questa relazione, gli individui di entrambe le specie migliorano la loro sopravvivenza, crescita e riproduzione. Quindi si tratta di un rapporto simbiotico positivo.

Un esempio di simbiosi mutualistica è quella attuata degli uccelli bufagidi.

Parassitismo

Il parassitismo è una delle varie forme di simbiosi. In questo tipo di interazione, un organismo (chiamato parassita) beneficia di un altro organismo (chiamato ospite) .

Mentre il primo ricava un vantaggio da questa interazione, l’ospite invece ne riceve un danno biologico. Si tratta, quindi, in questo caso di un rapporto simbiotico antagonistico.

I parassiti sfruttano l’organismo ospite per ricavarne nutrimento, habitat o possibilità di dispersione.

I parassiti solitamente non uccidono l’ospite ma possono causare infezioni e in genere sono molto più piccoli rispetto all’ospite. Avviene tra specie differenti. Tra i parassiti troviamo : virus, funghi, batteri, invertebrati ma anche piante (le piante parassite hanno una radice modificata, L’AUSTORIO, che penetra nella pianta ospite e si connette ai suoi tessuti vascolari). Vi sono però anche altre forme di parassitismo.

Una particolare forma di parassitismo è il cleptoparassitismo . Consiste in una forma di alimentazione in cui un soggetto si impossessa del cibo o di degli oggetti raccolti da un altro soggetto (ospite). Alcune specie di uccello possono arrivare perfino a forzare altri uccelli a rigurgitare il cibo per nutrirsene. Questo tipo di parassitismo può essere sia intraspecifico che interspecifico.

Un’altra particolare forma di parassitismo è il parassitismo di cova , praticato da molte specie di cuculi che utilizzano altre specie di uccelli come “baby-sitter”: essi depongono le uova nel nido di una specie ospite, che alleverà i pulcini del cuculo come se fossero i propri.

Commensalismo

Il commensalismo è una relazione tra due specie in cui una beneficia dell’altra senza influenzarla significativamente. Quindi solo uno dei simbionti trarrà un vantaggio da questa associazione , è quindi un rapporto simbiotico neutrale.

Vi sono diversi tipi di commensalismo:

  • Inquilinismo : un organismo ne usa un altro per abitarvi. Un esempio ne sono le piante epifitiche (come molte orchidee) che crescono sugli alberi, o uccelli che vivono in cavità negli alberi.
  • Foresi : quando un animale si attacca ad un altro solamente per essere trasportato (Es. acari su insetti). Oppure un altro esempio di foresi è quello della remora e dello squalo, dove la prima ottiene il cibo dai resti che sfuggono dalla bocca del secondo mentre lo squalo, da parte sua non ne trae beneficio e nemmeno né viene pregiudicato da questa interazione.
  • Metabiosi : è un tipo di dipendenza più indiretta, in cui un secondo organismo utilizza qualcosa che il primo ha creato, dopo la morte di quest’ultimo. Un esempio ne sono i granchi eremiti o i paguri, che usano le conchiglie dei gasteropodi per proteggere i loro corpi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No