Quokka : curiosità , habitat e comportamento

Quokka

Il Quokka (Setonix brachyurus) è un piccolo marsupiale appartenente alla famiglia dei Macropodidi, ed è l’unico membro del genere Setonix.

Questo animaletto è particolarmente noto per la sua buffa espressione sorridente ed è considerato l’animale più felice del mondo. In realtà è una specie a rischio di estinzione e necessita di essere tutelato.

Conosciamolo meglio!      

quokka

Distribuzione e habitat del Quokka

Il Quokka è originario dell’Australia. Oggi è esclusivamente presente in delle zone limitate dell’Australia sudoccidentale (dove sta diventando molto raro) e in alcune isole vicine alla costa, in particolare le isole di Rottnest e Bald.

Popola prevalentemente le zone a folta vegetazione e le boscaglie semi-aride. Non ama invece gli spazi ampi e aperti, perché predilige gli ambienti in cui può facilmente nascondersi dai predatori.

Descrizione del Quokka

I Quokka sono dotati di pelo spesso, ruvido, grigio-marrone con parti inferiori più chiare. Gli esemplari maschi crescono fino a 54 cm di lunghezza e pesano fino a quasi 5 kg, mentre le femmine misurano al massimo 50 cm, per un peso fino a 3,5 kg.

Il Quokka possiede una coda di circa 25 cm, a pelo corto, che si assottiglia verso l’estremità, simile a quella di un topo.
Il suo muso è ovale, con guance paffute, occhi grandi e tondi, e orecchie piccole.

La sua naturale espressione gli conferisce un aspetto costantemente sorridente.

quokka corpo
quokka corpo

Alimentazione del Quokka

Il Quokka è un erbivoro. Si ciba di foglie, piante succulente, graminaceae, frutti e tenere radici. Secondo uno studio, il loro cibo preferito è la Guichenotia ledifolia. Spesso si nutre di lumache per soddisfare le carenze di azoto.

Riesce a resistere a lunghi periodi di siccità, in quanto riesce a rimanere idratato attraverso le sostanze nutritive che ricava dalle piante.

Comportamento del Quokka

Il Quokka è un animale prevalentemente notturno che ha modificato le sue abitudini in seguito alla crescente promiscuità con l’uomo, da cui riceve cibo e attenzioni (alimenti di provenienza umana, come il pane, sono grandemente nocivi per il piccolo animale ed è perciò severamente vietato dare cibo ai Quokka).

Il Quokka è un mammifero gregario che, nelle zone dove il cibo è maggiormente disponibile, vive in gruppi numerosi. Questi mammiferi, nonostante vivano all’interno di colonie, non socializzano tra loro. Non hanno struttura sociale né giocano insieme. Conducono vite solitarie e si incontrano soltanto per ragioni alimentari, di sicurezza e riproduttive.

Trascorre gran parte del suo tempo arrampicato su alberi e arbusti, in aree caratterizzate da una fitta vegetazione, per potersi nascondere agevolmente dai predatori. 

I suoi movimenti sono simili a quelli del canguro, si basano su una serie di grandi e piccoli balzi.

Quando le femmine vengono minacciate da qualche predatore, non è raro che decidano di sacrificare il loro cucciolo lanciandolo. In questo modo il cucciolo, agitandosi, attirerà su di sé l’attenzione del nemico permettendo la fuga.

Riproduzione del Quokka

Il Quokka non è vincolato a una particolare stagione riproduttiva, può accoppiarsi in ogni periodo dell’anno.
Il maschio torna dalla stessa compagna per diversi cicli di riproduzione, ma più che per monogamia o affetto, pare essere una questione di convenienza o sopravvivenza.

La gravidanza dura un mese e viene dato alla luce un solo piccolo. Il cucciolo di Quokka viene allattato per alcuni mesi e accudito dalla madre per circa un anno. In particolare, i cuccioli di Quokka vengono custoditi nella tasca della madre fino a quando non sono abbastanza grandi da potersi definire autonomi e in grado di difendersi: dopo sei mesi, vengono incoraggiati a lasciare il marsupio materno per iniziare a procacciarsi il cibo da soli, mentre a 10-12 mesi possono considerarsi indipendenti.

Il maschio si occupa di difendere la compagna durante la gravidanza, ma si disinteressa della madre-figlio dopo la nascita. 

Questi mammiferi sono capaci di un mettere in atto una “pausa embrionale” o “impregnazione ritardata”. Significa che una femmina può accoppiarsi con un maschio, ma ritardare lo sviluppo del feto fino a quando le condizioni sono favorevoli per poter crescere un cucciolo.

 

Curiosità sul Quokka

  • Il Quokka è una specie protetta.
  • Il Governo australiano ha istituitoregole rigide: accarezzare, toccare o peggio ancora prenderlo in braccio potrebbe comportare, oltre a lesioni da parte dell’animale medesimo, anche multe salate.
  • È severamente vietato portarne fuori dall’Australia. Tentare di trasportarli al di fuori del loro territorio è un crimine gravissimo.  Di conseguenza è illegale comprare o adottare una di queste creature per farne animali domestici.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No