Perturbazione atlantica sul centro

Buonasera. Una perturbazione atlantica associata ad un’estesa area depressionaria, attualmente a largo della penisola Iberica, si muove rapidamente verso levante, provocando un progressivo cambiamento del tempo, che si manifesterà con un rilevante incremento dell’instabilità sui settori occidentali del centro Italia. Le tese correnti libecciali favoriranno le zone particolarmente predisposte al sollevamento orografico, quindi quelle a ridosso dell’Appennino, mentre sul resto del territorio i fenomeni saranno più blandi e perlopiù assenti sul versante adriatico. 

Dettaglio dei prossimi giorni:

Mercoledì 17/01: molte nubi su tutto il territorio, più compatte sul versante tirrenico. Dal mattino possibilità di piogge irregolari su Lazio, Toscana e Umbria, prevalentemente sulle aree interne e a ridosso dell’Appennino, in graduale intensificazione a metà giornata e più diffuse dal pomeriggio. Dalla sera precipitazioni a carattere di forte intensità su Garfagnana e Lunigiana, in Toscana, con cumulate localmente abbondanti entro mezzanotte. Pioggia fin oltre i 2000m.

Venti in rinforzo dai quadranti meridionali, con prevalenza di ostro e libeccio. 

Temperature in aumento, in particolare sul versante adriatico. 

Giovedì 18/01: forte variabilità, con ampie schiarite sulle coste tirreniche e sul versante adriatico, oltre che sulla Sardegna, con persistente nuvolosità su tutti i versanti occidentali, particolarmente a ridosso dell’Appennino, con associate precipitazioni legate prevalentemente a sollevamento orografico, anche occasionalmente a carattere temporalesco. Quota neve in calo ma generalmente poco inferiore a 2000m.

Libeccio teso su tutto il territorio, con raffiche localmente tempestose sui crinali appenninici e sulla Sardegna tirrenica. 

Temperature in deciso aumento, con massime localmente superiori a +20°C su costa adriatica e Sardegna orientale tirrenica. 

Venerdì 19/01: al mattino residua variabilità lungo l’Appennino e sul Lazio. Progressiva rotazione delle correnti, dai quadranti nordorientali entro sera, con associato un peggioramento delle condizioni meteorologiche sul versante adriatico, a partire dalle Marche, con l’afflusso di aria molto fredda che porterà la neve a cadere (ove si presenteranno precipitazioni) fino a quote di alta collina. 

Temperature in leggero calo nei valori massimi, in forte calo dalla sera per l’afflusso di aria più fredda su Marche, Abruzzo, Umbria e Toscana. 

Buona serata! 

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.