Peggioramento con fenomeni localmente molto forti sul centro.

Buonasera. In previsione per le prossime ore un nuovo intenso peggioramento sul centro, un po’ più rilevante del precedente, almeno per quantitativi di precipitazione previsti, con fenomeni localmente molto significativi. Una saccatura che attualmente allunga il suo asse verso il Marocco andrà nelle prossime ore a spostarsi rapidamente verso levante, apportando sulla nostra penisola assieme ad un rinforzo delle correnti meridionali aria molto umida, responsabile di un nuovo peggioramento. Questa ulteriore modifica sinottica aprirà inoltre un periodo caratterizzato da una spiccata variabilità, soprattutto per le regioni tirreniche, poiché anche nei giorni successivi a questo peggioramento le correnti in quota rimarranno disposte dai quadranti occidentali, con l’apporto di aria umida atlantica sull’Italia e la conseguente possibilità di altre perturbazioni che eventualmente non incontreranno ostacoli. 

A causa del nettissimo richiamo libecciale si avrà l’afflusso di ingenti quantità di polveri desertiche in sospensione, le quali, nella giornata di martedì, sporcheranno i cieli e daranno luogo a foschie intense. Le piogge saranno inoltre molto sporche, mentre dalla giornata di mercoledì sopraggiungerà aria di matrice (atlantica) diversa con conseguente allontanamento del pulviscolo. 

Dettaglio delle prossime ore:

Martedì 24/10: peggiora a partire dalla Toscana nord-occidentale, con piogge e temporali già dalla notte, anche con fenomeni di forte intensità localmente molto significativi tra tarda notte e mattino possibili tra Versilia, Lunigiana, Garfagnana, livornese e bassa Valdarno, in estensione nel corso della mattinata al resto della regione e sulla Sardegna nord-occidentale. Molto probabili fenomeni vorticosi al mattino sulle coste della Toscana centro-settentrionale. Nella seconda parte della giornata nuvolosità in intensificazione sul resto del territorio, con instabilità in estensione a Umbria, Lazio e Sardegna, in intensificazione con piogge da sparse a diffuse dalle prime ore serali; ancora possibili fenomeni rilevanti sulla Toscana. Versante adriatico prevalentemente in ombra pluviometrica, ma saranno comunque possibili degli sconfinamenti soprattutto sulle Marche. 

Temperature in calo sulla Sardegna, leggermente anche su Toscana e Umbria, stazionarie su Lazio e Marche, in forte aumento nei valori massimi su Abruzzo e Molise, con locali picchi superiori a +28°C soprattutto su Val Pescara e bassa Valle del Sangro. 

Mercoledì 25/10: fortemente instabile nelle ore notturne, con piogge e temporali su gran parte del territorio peninsulare, in generale attenuazione dal mattino, seppur senza cessazione dei fenomeni che rimarranno attivi sulle regioni tirreniche, seppur in maniera meno diffusa. La giornata proseguirà all’insegna della variabilità, con ampie schiarite alternate a temporanei incrementi dell’instabilità. 

Ventilazione tesa dai quadranti occidentali, con prevalenza di ponente. 

Temperature in calo ovunque nei valori massimi, ma ancora abbastanza elevate sul versante adriatico, soprattutto lungo la costa abruzzese e molisana. 

Buona serata! 

FONTE IMMAGINE DI COPERTINA: Siena News

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.