Moderata variabilità sul centro.

Buonasera. I grandi cambiamenti sinottici degli ultimi giorni hanno determinato l’apertura della porta atlantica, consentendo l’afflusso di aria umida oceanica sull’Italia. La situazione sarà quindi ancora caratterizzata da variabilità a più riprese, con temporanee attenuazioni della fenomenologia e altrettante intensificazioni. 

Le regioni adriatiche rimarranno però fortemente sfavorite rispetto a quelle tirreniche, poiché in presenza di correnti dai quadranti occidentali l’Appennino rappresenta un ostacolo importante alle piogge, con l’aggiunta inoltre della compressione adiabatica responsabile di un “anomalo” incremento delle temperature al suolo. 

Dettaglio delle prossime ore:

Giovedì 26/10: nella notte instabilità sparsa con rovesci sparsi su Lazio, Umbria e Toscana, in esaurimento entro il mattino eccetto che sull’Appennino toscano. Nuvolosità poco compatta durante la giornata su tutto il territorio peninsulare, velature in transito sulla Sardegna, in estensione alle altre regioni. Dal pomeriggio nuovo incremento dell’instabilità sulla Toscana nord-occidentale, con precipitazioni in tendenziale intensificazione, anche consistenti entro sera su Lunigiana e Garfagnana; altrove solo qualche debole fenomeno poco significativo, associato ad un’intensificazione della nuvolosità. 

Prevalenza di libeccio, teso sulla Sardegna, in netta intensificazione dalle ore serali su Toscana, Umbria e Lazio. 

Temperature stazionarie su tutto il territorio. 

Venerdì 27/10: passaggio instabile nelle ore notturne, con piogge anche a carattere temporalesco, localmente intense seppur veloci, possibili su tutto il versante tirrenico e sulla Sardegna, in attenuazione al mattino con ampie schiarite, prima su Toscana e Sardegna, poi sull’Umbria e sul Lazio entro metà giornata. Seconda parte della giornata in prevalenza soleggiata, eccetto residui locali fenomeni sulle aree interne a ridosso dell’Appennino. 

Ventilazione in genere intensa su gran parte del territorio, prima di libeccio al mattino, dal pomeriggio in rotazione a ponente, con raffiche molto forti sui crinali appenninici e sulle coste di Toscana e Lazio. 

Temperature senza variazioni di rilievo su versante tirrenico e Sardegna, in aumento sul versante Adriatico, con picchi massimi oltre i +28°C sulle zone maggiormente soggette a favonio. 

Buona serata! 

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.