Lupino bianco : descrizione, utilizzi e curiosità

Lupino bianco

Il lupino bianco (Lupinus albus) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Fabaceae.

Questa specie veniva coltivata già nell’antichità da Egizi e Greci.

Conosciamola insieme!

Distribuzione e habitat

Il lupino bianco è una specie originaria del bacino mediterraneo. Oggi , grazie alla sua grandissima adattabilità anche ad ambienti magri, è una specie molto diffusa e coltivata.

Le regioni italiane dove il lupino ha la maggior diffusione sono Calabria, Lazio, Puglia e Campania.

Vegeta dal livello del mare fino ai 1000 metri di quota. Tollera molto bene la siccità e predilige i terreni acidi (pH < 7).

Teme fortemente i ristagni idrici e gli ambienti troppo freddi.

Descrizione botanica

  • Portamento : pianta erbacea annuale con portamento eretto, poco ramificata, pubescente, alta fino 1,5m.
  • Foglie : le foglie sono alterne, palmato-digitate, cioè composte da un lungo picciolo alla sommità del quale sono inserite 5-9 foglioline intere ovate-lanceolate glabre sopra, bianco-sericei sotto; il margine è intero, cigliato.
  • Fiori : i fiori sono bianchi-panna e sono riuniti in infiorescenze a racemo apicali
  • Frutti : il frutto è un legume (lunghi circa 8cm) all’interno della quale troviamo dei semi leggermente piatti color bianco-giallastro, ovvero i famosi lupini edibili.
  • Apparato radicale : l’apparato radicale è robusto e fittonante.
Lupinus albus

Utilizzi

Il lupino bianco produce dei legumi che se sottoposti a cottura (la cottura è necessaria per eliminare una tossina la cui ingestione può rivelarsi nociva per l’essere umano) diventano commestibili. Questi legumi, noti semplicemente come lupini, hanno ottime proprietà nutrizionali e sono facilmente digeribili. Particolarmente apprezzati nelle diete vegetariane e vegane per l’elevato contenuto di proteine.

Molto apprezzata anche come specie ornamentale e come specie miglioratrice dei terreni (capacità di rivitalizzare i terreni e di preparare il terreno per altre colture, in particolare i cereali. Questa straordinaria pianta ha la particolarità di estrarre il fosforo dal terreno e di catturare l’azoto dall’aria).

Molto utilizzato anche per l’alimentazione zootecnica.

Dai Lupini si ricava anche un olio che viene utilizzato quasi esclusivamente per la lavorazione del sapone e dall’industria cosmetica.

Simbologia

Ai fiori di lupino è legato il significato simbolico di ingiustizia e tristezza, questo a causa del sapore amaro e sgradevole che i semi di lupino hanno se mangiati crudi.

Lupino bianco

Curiosità

  • Plinio osservò che le foglie di queste piante hanno la proprietà di seguire il corso del sole spostandosi lentamente sul proprio asse, tanto da costituire una specie di «orologio» vegetale.
  • I lupini furono impiegati durante la seconda guerra mondiale come succedaneo del caffè.
  • I lupini possono essere consumati anche dai celiaci perché non formano glutine.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.