L’occhiolino dell’estate ;)

Fabio Fioramonti

Buonasera, il mese di Maggio sembra voler “congedarsi” proprio come aveva iniziato il suo “operato” sullo scacchiere italico, cioè all’insegna dell’instabilità atmosferica tipica dei mesi primaverili con piogge e rovesci temporaleschi su gran parte del territorio.


La posizione defilata dell’anticiclone delle Azzorre anche nel corso della settimana entrante favorirà un nuovo ingresso perturbato proveniente dal Nord Europa, esso porterà con se nuova aria fredda, poiché è di origine artico/polare marittima, il quale seguendo il canale perturbato tracciato dalle perturbazioni entrati in precedenza sui bacini occidentali del Mediterraneo farà “breccia” sul mare nostrum a partire dalla mattinata di Martedì, attirato da un centro di bassa pressione attualmente posizionato sul mar Tirreno, proprio mentre quest’ultimo sarà in fase di “esaurimento”, ecco sopraggiungere la perturbazione che dispenserà una fase di maltempo importante per i primi giorni della settimana su gran parte d’Italia.

Lunedì


Focalizzandoci sulle regioni di Nord Ovest, nella giornata di Lunedì sono attese condizioni atmosferiche instabili, nuvolosità sparsa associata a precipitazioni a carattere intermittente e distribuite non in maniera omogenea la faranno da padrone per l’intera giornata, quindi non mancheranno pause asciutte e soleggiate, come nella giornata odierna.

Martedì-notte su mercoledì


Nella giornata di Martedì si partirà sempre con condizioni di variabilità sull’intero comparto, ma con il trascorrere delle ore ( in particolare dal pomeriggio) specie verso sera si comincerà ad apprezzare l’avanzata della perturbazione proveniente dal Nord Europa, nella fattispecie dalle ore serali di Martedì temporali anche localmente di forte intensità cominceranno ad evolvere dalle Alpi verso i settori di pianura adiacenti di Lombardia,Est Piemonte, Trentino AA in estensione alle altre regioni del centro Nord nella notte su Mercoledì.
Fenomeni di origine convettiva molto intensi attesi sulla fascia prealpina centrale, considerata “sede di contrasto atmosferico” dettata dal richiamo di ventilazione dai quadranti meridionali da parte della perturbazione proveniente da Nord ricolma a sua volta di aria molto fredda per il periodo al piano isobarico 850hpa (1495m circa), fenomeni da contrasto ed esaltazione di questi sulle fasce pedemontane anche per effetto staü (sbarramento orografico delle correnti provenienti da Sud nei bassi strati dell’atmosfera) che appunto andranno a contrasto con l’aria fredda entrante.

Mercoledì


Da Mercoledì si assisterà ad un miglioramento delle condizioni atmosferiche sul comparto di Nord Ovest specie dalle ore pomeridiane, favorito da un aumento della ventilazione da N #favonio frutto dell’aria fredda che seguita a valicare le Alpi spostando a sua volta l’intero sistema perturbato verso i settori centro meridionali italici ove insisterà per gran parte della settimana.

E l’estate??


“Volgendo lo sguardo a prua” per i primi giorni di Giugno abbiamo buone notizie! Si comincia a riscontrare una discreta concordanza modellistica riguardo all’espansione dell’anticiclone delle Azzorre verso l’Italia proprio ad iniziare dalle regioni centro settentrionali, in concomitanza dell’avvento dell’estate meteorologica che ricordiamo scatterà il 1 Giugno, la figura atmosferica stabilizzante e garante di belle giornate senza la sensazione di “afa” sembra aver messo nel mirino l’Italia, al momento si tratta di un ipotesi sulla quale vi terremo informati nel corso della settimana.

Temperature


Temperature previste in calo in occasione del peggioramento atteso tra Martedì e Mercoledì, in progressivo rialzo anche notevole a partire da Giovedì specie sulle regioni del Nord Italia.


In allegato:
Fig 1,2 Concordanza modellistica #Gfs #Ecmwf in merito al passaggio perturbato atteso tra Martedì e Giovedì.
Fig 3,4 Ipotesi anticiclonica di origine azzorriana contemplata da ambedue i modelli a nostra disposizione #Gfs ed #Ecmwf
Fig 5 Spaghi meteo su media #Ensamble illustrati, relativi al piano isobarico 850hpa del paese dalla quale scrivo (pedemontana comasca)
Supposizione valida per le regioni di Nord Ovest da non prendere come previsione certa.

Fig. 1


Fig. 2


Fig. 3



Fig. 4


Fig. 5

HaveANiceEveningToAll

Fabio Fioramonti

Precedente Maggio è un mese primaverile! Successivo Caronte? Lucifero? Semplicemente Anticiclone delle Azzorre!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.