Home Previsioni ed analisiCentro Italia L’anticiclone non molla: caldo in aumento sul centro

L’anticiclone non molla: caldo in aumento sul centro

by Valerio Mallone

L’anticiclone non molla: caldo in aumento sul centro

Buonasera! Caldo in ulteriore aumento sul centro nel corso del week-end, con temperature estremamente al di sopra della media su molte zone. L’anticiclone non molla la presa e resiste sulla nostra penisola, rafforzandosi ulteriormente.  

Di conseguenza, il tempo continuerà ad essere stabile sul nostro territorio, almeno per i prossimi 3-4 giorni, con poche nubi e assenza di piogge. 

Fonte: meteociel (modello gfs)

Tra sabato e lunedì le temperature andranno ad aumentare gradualmente su tutto il territorio: secondo la maggior parte dei modelli matematici, sulla Sardegna si potrebbero raggiungere persino +22 gradi a 850hPa, mentre sul resto del territorio si potrebbero comunque sfiorare i +20.  

Queste temperature sarebbero sopra la media anche per i mesi estivi, anche se negli ultimi anni è stato più facile superare tali soglie, a causa dell’anticiclone africano, che è diventato il protagonista delle nostre estati, sostituendo il più mite anticiclone delle Azzorre. Non una partenza buona anche questa… 

Fonte: meteociel (modello icon)

Per fare una semplificazione, senza allontanarsi troppo dalla realtà: per trasformare la temperatura a 850hPa nella corrispondente temperatura in una qualsiasi località di pianura, in questo periodo, in una situazione normale (senza nubi, venti particolari, ecc…) bisogna aggiungere circa 15 gradi al valore della quota presa in riferimento. Quindi, ad una temperatura di 20 gradi a 850hPa, ripeto, senza considerare le variabili locali, di solito corrispondono circa 35 gradi in pianura. 

Focus giorno per giorno:

Sabato massime diffusamente superiori a +30°C sulle Marche e in Sardegna, con meno frequenza anche sulle zone interne del resto delle regioni. 

Domenica ulteriore aumento termico, con massime che potrebbero superare localmente i +35°C sul Campidano, in Sardegna; +30/+32°C diffusi in pianura sul resto delle regioni. Più fresca la Toscana, o almeno, le zone aperte a ovest ai venti marini, dove sarà più complicato superare i +30 gradi. 

Lunedì picco del caldo, con massime possibili fino a +36/+37°C sulle zone interne della Sardegna! Sul resto delle regioni più basse con +33/+35°C solo sull’interno marchigiano e occasionalmente sul Lazio. Sempre più fresche le coste e le zone esposte ai venti marini, dove potrebbero addirittura formarsi delle nebbie da avvezione la mattina, con massime non superiori a +30°C. 

Tantissima sabbia oltre al caldo

I cieli che rimarranno sereni o poco nuvolosi, saranno offuscati da grandi quantità di sabbia, che tra domenica e lunedì avvolgeranno tutta la penisola. Se il cielo vi sembrerà quindi giallino e la visibilità non sarà delle migliori, la colpa sarà proprio della sabbia sahariana. 

Fonte: skiron (dust load)

Un merito che si può dare a questo fenomeno, è che potrebbe contenere di qualche centesimo di grado, o anche di qualche grado le temperature massime. Infatti soprattutto sulle aree peninsulari, i modelli matematici al suolo non prevedono valori proprio corrispondenti a quelle che sono le temperature in quota; per questo, se così andrà realmente, probabilmente potremo ringraziare la sabbia per averci risparmiato qualche goccia di sudore.  

In ogni caso comunque farà troppo caldo per il periodo. Bisogna sperare che entro metà della prossima settimana ci sia una svolta, ed effettivamente da qualche modello sembra muoversi qualcosa. Serve acqua e serve che le temperature tornino in media. 

Buona serata. 

Tutte le nostre previsioni per il Centro, le trovate qui: previsioni centro Italia.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Related Posts

Leave a Comment

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito, acconsentite al nostro utilizzo dei cookie.