Intenso peggioramento sul versante tirrenico del centro Italia

Buonasera. Un’ampia area depressionaria che procede dall’Atlantico verso levante scardina dal Mediterraneo l’alta pressione, lasciando libero l’ingresso ad un complesso sistema perturbato che condizionerà il tempo delle prossime 24-48h. Assistiamo ad un rinforzo sensibile della ventilazione dai quadranti meridionali, in correlazione al progressivo ma rapido abbassamento della pressione al suolo ad ovest della nostra penisola; il richiamo pre-frontale inizia a dare vita alle prime precipitazioni, mentre la fase acuta del peggioramento è prevista tra la sera di domani e la notte di domenica. 

Per le correnti molto tese dai quadranti meridionali, le zone soggette a sollevamento orografico saranno particolarmente favorite nei quantitativi di precipitazione; sul basso Lazio (Monti Lepini, Aurunci, e a ridosso dell’Appennino) e sull’Appennino toscano (Pistoiese, Garfagnana, Lunigiana) saranno possibili cumulate complessive nel peggioramento di 100mm o oltre, con fenomeni quindi anche intensi data la relativa rapidità della perturbazione. 

Dettaglio dei prossimi giorni:

Sabato 10/02: progressiva intensificazione dell’instabilità su tutto il versante tirrenico, con tempo fortemente perturbato dal pomeriggio, già dal mattino invece sulla Sardegna. Piogge da sparse a diffuse e localmente consistenti nelle ore pomeridiane e serali, con fenomeni occasionalmente anche a carattere temporalesco. Entro tarda serata il tempo inizierà a migliorare su Toscana, Umbria e Sardegna. Ombra pluviometrica sul versante adriatico, con fenomenologia scarsa legata a rari sconfinamenti; si avrà comunque nuvolosità intensa. Nevicate in genere da 1600/1700m, con variazioni legate all’intensità delle precipitazioni; alla sera temporaneo innalzamento della quota neve fin verso i 2000m. 

Scirocco teso su Lazio e Toscana, ostro sull’Umbria e su Abruzzo e Molise; libeccio invece sulla Sardegna. 

Temperature in genere miti, con valori massimi fino a 17/18 gradi su Abruzzo e Molise. 

Domenica 11/02: tempo molto instabile, con fenomeni irregolari e nuvolosità meno intensa rispetto al giorno precedente. Temporanea intensificazione dei fenomeni che diverranno più frequenti nelle ore pomeridiane, a tratti anche sul versante adriatico. Ove saranno presenti precipitazioni, queste assumeranno carattere nevoso in genere oltre i 1300/1400m di quota.

Da metà giornata maestrale intenso sulla Sardegna; ancora ostro altrove, seppur in attenuazione. 

Temperature in calo. 

Buona serata! 

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.