Il Picchio verde, il più ridente dei nostri boschi

Il Picchio verde, il più ridente dei nostri boschi

Il Picchio verde (Picus viridis, Linnaeus 1758), il più conosciuto tra i picchi europei, come il Picchio rosso maggiore, è un uccello dell’ordine dei Piciformi, appartenente alla famiglia dei Picidi.

È un uccello di medie dimensioni, la cui lunghezza si aggira sui 31-33 cm. Ha un’apertura alare di 40-42 cm e un peso intorno ai 180-220 gr. Ha una colorazione verde scuro sulla parte superiore del corpo, mentre il groppone ed il basso dorso sono gialli, con le parti inferiori verde-grigio chiaro. L’apice della testa è rossa, la faccia è nera ed ha due strisce nere che partono dal becco verso la nuca. È presente un leggero dimorfismo sessuale (cromatico), che distingue i due sessi, ovvero la presenza di macchiette rosse (su sfondo nero) sulle guance del maschio, e l’assenza di queste sugli esemplari di sesso femminile.

La caratteristica peculiare dei picchi è la lunga lingua vischiosa, che può essere estroflessa fino a diversi centimetri di distanza.

picchio verde - picus viridis
Esemplare di sesso femminile, senza la macchiette rosse sulle guance

Come è distribuito e dove vive il Picchio verde?

In Italia è presente in tutte le regioni, ad eccezione di: Salento, Sardegna, Sicilia ed isole minori. Vive in boschi, boschetti e luoghi alberati (anche sugli alberi da frutto), si adatta a tutte le esposizioni, in zone umide o secche, appartate o frequentate. Preferisce le zone alberate discontinue, alternate da zone coltivate e da piante adattate alla creazione di una cavità per il nido.

Nidifica in cavità di tronchi o grossi rami di alberi. L’ingresso viene, di solito, orientato in posizione riparata nella parte medio-alta del tronco. La cavità, costruita dalla coppia, ma prevalentemente dal maschio, ha l’ingresso perfettamente tondo ed è seguito da una camera profonda e verticale, con alla base dei trucioli di legno. Le uova vengono covate sul fondo, che viene poi ricoperto da frammenti di legno. Le uova (5-7) vengono deposte dai primi di aprile a fine giugno. La covata dura circa 18 giorni e viene svolta dalla coppia, a turno.

picchio verde - picus viridis
La lingua lunga di un esemplare maschio

Il martellamento del picchio

Questa specie tamburella meno gli alberi rispetto al Picchio rosso maggiore.

Esemplare di sesso maschile, con le macchiette rosse sulle guance

Cosa mangia il Picchio verde?

La dieta del Picchio è essenzialmente a base di formiche, ma si ciba anche di larve ed insetti (tra cui miriapodi: centipiedi, millepiedi, etc.) presenti nel legno.

Nella ricerca di cibo, gioca un ruolo fondamentale la sua lingua lunga, appiccicosa e provvista sulla punta di piccoli arpioncini, che impigliano le larve e le pupe. A riposo, la lingua, è arrotolata in un astuccio interno situato dietro l’occhio. 

Al contrario del picchio rosso maggiore, il picchio verde scende a terra alla ricerca di formiche.

picchio verde - picus viridis
Volo del piccio

Il richiamo del Picchio verde

Nel periodo riproduttivo il maschio emette una caratteristica risata forte, squillante e impossibile da confondere, che fa di lui il più conosciuto tra i picchi europei.

Il picchio verde, insieme ad altre specie di uccelli, è un indicatore biologico o bioindicatore, ovvero un organismo o un sistema biologico usato in genere per valutare una modificazione della qualità dell’ambiente; in altre parole, è un bersaglio biologico che, in presenza di uno stress naturale o antropico, subisce variazioni rilevabili del proprio stato naturale. Queste variazioni possono riguardare diversi livelli di organizzazione biologica: si va da danni al patrimonio genetico, a modificazioni morfologiche e della vitalità, fino a variazioni nella struttura della comunità. Fonte ISPRA

Il picchio verde, al pari del picchio rosso maggiore, ha avuto giovamento, dall’abbandono umano dei boschi, nella sua diffusione, tuttavia la sua espansione ultimamente sembra stia rallentando. Entrambi i picchi sono protetti in Italia dalla legge nazionale del 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2.

Il volo del Picchio verde

Il suo volo è tanto caratteristico quanto la sua risata, in quanto è spiccatamente ondulato, con lunghe pause ad ali chiuse, tra un’impennata e l’altra. 

Alcune riprese di Peri Fyseos

Articolo scritto in collaborazione con lo staff di – Peri Fyseos – visitate il loro bellissimo canale YouTube -> Peri Fyseos.

Articoli di NaturalMeteo sul mondo animale -> Animali

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.