FOSSA : descrizione, habitat e comportamento.

Il fossa (Cryptoprocta ferox) è un mammifero appartenente alla famiglia degli Eupleridi.

Il fossa è una specie endemica del Madagascar ed è considerato il più grande ed il più temibile predatore presente nello Stato insulare. Proprio per questo è noto come il re del Madagascar!

A prima vista si potrebbe pensare che il fossa sia un felide, ma in realtà possiamo dire che si tratta più di una grossa mangusta. Non a caso il fossa fa parte del sottordine dei Feliformia, ovvero un sottordine che include appunto carnivori in qualche modo simili ai felini.

Conosciamolo meglio!

Distribuzione e habitat del fossa

Il fossa è una specie endemica del Madagascar.

La specie popola esclusivamente le zone boscate dell’isola, non si avventura volentieri nelle zone prive di alberi. Proprio per questo la specie è minacciata di estinzione a causa della grande deforestazione che sta subendo il Madagascar (al momento si stima che i fossa esistenti siano meno di 3000).

In Madagascar è diffuso in ogni tipo di habitat (dove siano presenti alberi), dalle foreste pluviali e orientali alla foresta decidua occidentale alla foresta spinosa del sud, spingendosi anche oltre i 2500 m di altitudine in montagna. Totalmente assente negli altopiani centrali che sono completamente disboscati.

Descrizione del fossa

I maschi hanno dimensioni leggermente maggiori delle femmine, poiché raggiungono circa 80 centimetri di lunghezza (mentre le femmine raggiungono i 70 centimetri). La coda può misurare quasi un metro, mentre il peso per gli individui maschi è di circa 10 chili e per le femmine di 7 chilogrammi.

Il pelo è corto, rossiccio, fulvo o marrone.

La testa è piccola rispetto al resto del corpo allungato e muscoloso, caratteristica che condivide con le manguste. Presenta grandi orecchie rotonde, il tartufo scuro e occhi sporgenti di colore marrone che gli permettono di vedere meglio di notte. Il fossa ha anche lunghi baffi su tutto il viso.

Le zampe sono dotate di artigli retrattili – come felini – e le loro gambe “nude” permettono loro di aggrapparsi facilmente a rocce o rami.

Una peculiarità del fossa sono i suoi genitali esterni: i maschi presentano un pene che si estende tra le zampe anteriori, mentre le femmine mostrano una “mascolinizzazione transitoria” (fino a due anni) perché presentano un clitoride ingrandito che può essere scambiato per uno pseudopene.

fossa

Alimentazione del fossa

Il fossa è carnivoro. È il predatore numero uno in Madagascar. Si nutre di lemuri, serpenti, roditori, uccelli, pesci consumandone tutto, dalla pelliccia alle ossa.

Comportamento del fossa

Il fossa è un animale solitario e risulta essere più attivo di notte. È un eccellente arrampicatore e può arrampicarsi sugli alberi e scendere a testa in giù, salta anche da un albero all’altro con facilità (ha una lunga coda che viene utilizzata per l’equilibrio mentre si muove rapidamente sugli alberi).

Cammina in modo plantigrado.

È molto territoriale, segna il territorio con secrezioni prodotte da delle ghiandole odorose. Questo aspetto è comune ad entrambi i sessi.

fossa

Riproduzione del fossa

La stagione degli amori va da settembre a novembre. Sono le femmine a decidere con quale “pretendente” riprodursi. Anche durante il rapporto sessuale può accadere che una femmina decida di ritirarsi dal suo amante.

Le femmine possono dare alla luce da due a quattro piccoli per cucciolata. La gestazione dura circa 3 mesi e i cuccioli vengono partoriti all’interno di delle tane. I piccoli nascono ciechi e sordi e dipendono dalla madre per il cibo e il riparo. Vengono svezzati al quinto mese di vita e raggiungono la taglia adulta a 4 anni.

fossa

Curiosità sul fossa

  • È il terzo animale più grosso dell’isola.
  • Le grandi dimensioni degli attuali esemplari del fossa – fino a due volte più grandi di un gatto domestico – sono dovute a ciò che è noto come gigantismo dell’isola. Questo fenomeno è una risposta evolutiva di quelle specie isolate che non hanno predatori o concorrenti naturali intorno a loro.
  • Il fossa è considerato un essere diabolico nell’isola, questo perché molte leggende circolano attorno a questo mammifero, principalmente quella secondo cui il fossa esce di notte per rapire i bambini.
  • La fama dei fossa non coincide con il loro vero comportamento. Si tratta, infatti, di animali piuttosto docili tanto che alcune persone scelgono di averli come animali domestici: diventano piuttosto affettuosi con i loro proprietari.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.