Fine settimana perturbato sul centro

Buonasera. Ci avviamo verso un deciso cambiamento delle condizioni meteorologiche sul nostro settore, con il ritorno di condizioni più invernali. Attualmente un promontorio prolunga il suo asse sull’Italia, muovendosi rapidamente verso levante sotto la spinta di una saccatura che affonda sulla Penisola Iberica; al contempo, è prevista la formazione di un minimo di pressione al suolo a ridosso delle Baleari e del Golfo del Leone, con conseguente rinforzo delle correnti dai quadranti meridionali su tutto il nostro territorio.

Mentre il minimo traslerà sul Mar Ligure, approfondendosi, andranno a diffondersi ed intensificarsi i fenomeni sul versante tirrenico; per le regioni adriatiche, invece, il clou del peggioramento si avrà quando il minimo si sarà portato sul basso Tirreno, con rotazione delle correnti ed un moderato afflusso di aria fredda dalla porta del Rodano.

Dettaglio dei prossimi giorni:

Venerdì 05/01: molte nubi su tutto il territorio, con cielo coperto o molto nuvoloso per tutta la giornata. Progressiva intensificazione dell’instabilità, con piogge sparse dalla mattina su Toscana, Umbria, medio-alto Lazio e Sardegna, più diffuse tra pomeriggio e sera e localmente abbondanti a ridosso dell’Appennino tosco-emiliano. Durante la giornata sarà in parziale ombra pluviometrica la Toscana per il blocco rappresentato dalla Corsica. Temporaneamente asciutto sul versante adriatico, salvo possibili deboli piogge o pioviggini da metà giornata sulle Marche.

Generale rinforzo dei venti dai quadranti meridionali, con prevalenza di ostro e scirocco, intensi sulle coste tirreniche.

Temperature in calo sia nei valori massimi che nei valori minimi.

Seguici sul nostro canale whatsapp, in modo da non perderti i nostri contenuti -> PREMI QUI

Sabato 06/01: tempo perturbato soprattutto sulle regioni tirreniche, dove persisteranno precipitazioni a carattere sparso, localmente consistenti sulla Toscana e particolarmente a ridosso dell’Appennino. Entro metà giornata i primi fenomeni inizieranno ad interessare anche il versante adriatico, seppur non di intensità particolarmente rilevante. Neve in genere oltre i 1500/1700m.

Rinforzo del maestrale da metà giornata sulla Sardegna, forte entro sera, con notevole incremento del moto ondoso fino a 5-6m su tutte le coste occidentali dell’isola.

Temperature in calo sulla Sardegna, in aumento ovunque nei valori minimi ma nei valori massimi solo lungo la Valle del Tevere.

Domenica 07/01: ancora tempo perturbato, in questo caso con coinvolgimento più deciso del versante adriatico, soprattutto nella seconda parte della giornata, mentre le piogge andranno a cessare gradualmente entro sera sulle regioni tirreniche. Neve in Appennino in genere da 1400/1500m, in calo dalla sera fino a 1100/1300m; più in basso sull’Appennino toscano, a partire da 900/1000m.

Maestrale forte sulla Sardegna, con onde fino a 6m sulle coste occidentali.

Temperature in calo su tutto il territorio.

Buona serata!

Seguici sul nostro canale whatsapp, in modo da non perderti i nostri contenuti -> PREMI QUI

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.