FINE DEL CALDO ENTRO SABATO, UN INSIDIOSO CUT OFF DI ARIA FRESCA DETERMINERA’..

IL CALDO OPPRIMENTE TORNERÀ NELLA SUA SEDE D’ORIGINE (Nord Africa), AL SUO POSTO UN INSIDIOSO “CUT OFF” DI ARIA PIÙ FRESCA CHE DETERMINERÀ SVILUPPI TEMPORALESCHI AD INIZIARE DALLE REGIONI DEL NORD E CALO TERMICO SU GRAN PARTE DELLA PENISOLA.

Buon Giovedì e ben ritrovati, proprio in concomitanza dell’avvento dell’Estate astronomica la nostra penisola sta sperimentando un’ondata di caldo notevole soprattutto per le regioni centromeridionali, con valori termici che localmente tra la giornata odierna e Venerdì potranno superare i 40 gradi atmosferici su alcune località della Puglia, Calabria e Sicilia.

Non va meglio neanche al Nord dal punto di vista del caldo opprimente accentuato dagli alti tassi di umidità , con percezione corporea del caldo ben superiore rispetto ai gradi atmosferici reali, ma qui le temperature risultano più contenute grazie anche ad una parziale nuvolosità che tende a schermare l’irraggiamento solare.

Tuttavia nel corso delle prossime ore e dei prossimi giorni dal punto di vista atmosferico si cambierà rotta in favore di scenari atmosferici più instabili grazie all’ingresso in sede mediterranea di una “goccia di aria fresca” in quota data dall’isolamento di un sistema perturbato proveniente dalla penisola iberica, il quale determinerà un sensibile calo delle temperature ad iniziare dalle regioni settentrionali nella giornata di Venerdì 21 Giugno, in successiva estensione a quelle centromeridionali entro Domenica 23 Giugno.

Dati i contrasti in libera atmosfera tra due masse d’aria ben distinte che agiranno sul nostro territorio, sarà lecito attendersi sviluppi temporaleschi che potranno presentarsi di violenta entità, con possibili nubifragi ed associate grandinate a partire dal Nord Italia per poi coinvolgere le regioni centrali.

Seguici sul nostro canale Whatsapp, per rimanere sempre aggiornato. PREMI QUI

Quando caldo ed elevati tassi di umidità si accumulano per diversi giorni al suolo, dal momento in cui inizia ad affluire aria più fresca ai piani alti dell’atmosfera, si gettano le basi per sviluppi temporaleschi intensi, poiché dal punto di vista atmosferico risulta l’unica soluzione per dissipare l’energia in termini di calore ed umidità accumulata.

Entro la serata odierna i primi sviluppi temporaleschi inizieranno a coinvolgere Alpi e Prealpi, ed a “macchia di leopardo” si estenderanno sui settori pedemontani e di alta pianura lombarda entro la notte su Venerdì, questi non sono altro che le prime avvisaglie di un peggioramento temporalesco ben più organizzato che coinvolgerà le regioni settentrionali italiane sul finir della settimana, attenzione a possibili episodi temporaleschi “estremi” con la possibilità di nubifragi di tipo semistazionario accompagnati da grandine sui settori di pianura lombardo-veneta specie nella giornata di Sabato 22.

Successivamente complice la rotazione dei venti che tenderanno a disporsi da Nord Ovest si osserverà un maggior coinvolgimento temporalesco delle regioni centrali dal pomeriggio di Sabato, anche su queste sussiste la possibilità di osservare fenomeni temporaleschi intensi.

Seguiranno ulteriori articoli previsionali in merito.

Seguici sul nostro canale Whatsapp, per rimanere sempre aggiornato. PREMI QUI

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No