Fennec : curiosità , habitat e comportamento

Fennec

Il fennec (Vulpes zerda) è un piccolo canide appartenente al genere Vulpes.

Questa specie è comunemente nota come volpe del deserto o come volpe del Sahara.

Si pensa che il termine “fennec” derivi dalla parola araba fanak, che significa proprio volpe, mentre “Zerda” è una parola greca che significa “asciutto” e fa riferimento all’habitat naturale di questo animale.

Questo piccolo animale si è adattato perfettamente ai climi aridi del Sahara in diversi modi. Vediamo come!

Distribuzione e habitat del fennec

Il fennec popola i deserti sabbiosi e le aree semi-desertiche dell’Africa settentrionale. Il suo areale di distribuzione va dal Sahara Occidentale all’Egitto, dove si spinge fino al Sinai settentrionale.

Il suo habitat naturale è il deserto e la macchia xerofila.

Descrizione del fennec

Il fennec è il canide più piccolo al mondo. In media non supera i 1.5-2 kg. È alto 20 cm ed è lungo 30 cm. Possiede una coda molto lunga di circa 25 cm.

Presenta un muso piccolo e appuntito e delle grandi e lunghe orecchie a parabola che servono a termo-disperdere il calore e garantiscono anche un ottimo udito. Queste, rispetto al cranio, risultano spropositate.

Il pelo è folto e lungo. Il colore è una variazione sui toni del marroncino-crema con macchie bianche: permette di respingere il sole durante il giorno, mentre conserva il calore per la notte. Inoltre consente un’ottima mimetizzazione nel deserto.

Le zampe sono anche esse fittamente ricoperte di pelo per proteggere i cuscinetti dall’infuocata sabbia del deserto.

fennec

Alimentazione del fennec

Il fennec è onnivoro. Si nutre principalmente di insetti quali cavallette e locuste, ma anche di lucertole, gechi, piccoli uccelli, uova, piccoli roditori, frutti e tuberi.

È un cacciatore solitario dotato di un udito particolarmente sviluppato. Questo gli consente di individuare la prede che si nascondo sotto la sabbia.

Può vivere senza bere per lunghi periodi: ricava la poca acqua di cui ha bisogno mangiando la rada vegetazione desertica e dalle prede.

Comportamento del fennec

Come la maggior parte degli abitanti del deserto, il fennec preferisce uscire di notte, quando l’ambiente rinfresca. Anche se non è raro avvistarlo con il giorno.

Trascorre le ore più calde all’interno di labirintiche tane da lui scavate. Le tane sono formate da una vasta rete di tunnel e spesso prevedono diversi ingressi da cui i fennec possono fuggire in caso di pericolo. Normalmente le tane vengono scavate sotto i cespugli cosicché le radici delle piante funzionino come supporto per le pareti dei tunnel.

È una specie molto territoriale.

Queste volpi sono estremamente socievoli e vivono in piccoli branchi familiari, in genere composti da una coppia monogama di genitori, dai cuccioli e dai figli più grandi, che aiutano il branco finché non si rendono indipendenti per fondare una loro famiglia.

Sono agili saltatori in grado di balzare a un metro di distanza in un attimo per catturare le prede.

Oltre ad avere un udito molto fine hanno anche una vista sviluppatissima che gli permette di vedere chiaramente sia nelle ore più assolate del giorno che durante la notte.

gruppo di fennec

Riproduzione del fennec

Il fennec è una specie monogama. L’accoppiamento avviene in primavera e la gestazione dura circa 50 giorni. Solitamente vengono partoriti 2-5 cuccioli. L’allattamento dura un mese.

Durante questo periodo i maschi portano il cibo alle femmine e difendono la tana senza entrarvi, fino a quando i cuccioli non verranno svezzati.

I cuccioli raggiungono la maturità sessuale verso i 9-11 mesi.

Verso del fennec

I fennec si esprimono attraverso frequenti e svariate vocalizzazioni. Sia gli adulti che i cuccioli piagnucolano, ringhiano, latrano ed emettono a ripetizione brevi e rumorosi urli.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No