Due perturbazioni sul centro nel fine settimana

Buonasera. Il fine settimana sarà contrassegnato da diffuso maltempo sul centro Italia, a causa del transito di due rapide ma intense perturbazioni atlantiche. Un’area depressionaria con minimo di 975mb ad ovest della Francia si estende rapidamente verso levante, causando un calo della pressione anche sul Mediterraneo occidentale, ed un rinforzo delle correnti dai quadranti meridionali che anticipa il transito della prima perturbazione, la quale interesserà il nostro territorio nella notte e nella prima parte della giornata di sabato. La seconda perturbazione transiterà invece domenica, in maniera più rapida ma anche più incisiva. 

Come gli scorsi peggioramenti, anche in questo caso saranno molto più coinvolte le regioni tirreniche rispetto a quelle adriatiche, a causa dell’ombra pluviometrica conseguente alle correnti sfavorevoli.

Dettaglio dei prossimi giorni:

Sabato 09/03: passaggio della perturbazione nella notte, con fenomeni diffusi su gran parte del territorio, fino al mattino, in attenuazione dapprima su Sardegna e Toscana, poi anche altrove; le precipitazioni potranno risultare anche intense sul Lazio. Nelle ore pomeridiane residua instabilità sul versante tirrenico, con qualche rovescio o temporale sparso. Nevicate da 1000/1100m sull’Appennino Toscano, da 1400/1500m su Marsica settentrionale e reatino (ove le precipitazioni saranno più significative), 1600/1700m sul resto dell’Appennino. In serata nuovo incremento delle nubi sulla Sardegna per l’arrivo della seconda perturbazione. 

Ventilazione disposta dai quadranti meridionali, in rinforzo dalla sera. 

Temperature generalmente in calo, eccetto che su Sardegna e Toscana dove si avranno degli aumenti. 

Domenica 10/03: dal mattino tempo molto perturbato su Sardegna e Toscana, con fenomeni di forte o localmente molto forte intensità su quest’ultima regione, in particolare lungo le coste e sulle zone settentrionali per l’ingresso del fronte freddo; nella seconda parte della giornata estensione delle precipitazioni anche al resto del territorio, ancora anche di forte intensità e spesso a carattere temporalesco. In parziale ombra pluviometrica il versante adriatico, soprattutto la costa abruzzese e molisana. Cessazione dei fenomeni sulla Toscana entro la sera, variabilità residua sulla Sardegna. Neve inizialmente da quota molto elevate, poi all’ingresso dell’aria fredda, in corrispondenza della fine del passaggio perturbato, fino a 1300/1400m su tutto il territorio. 

Forte scirocco nella prima metà della giornata, in brusca cessazione al transito del fronte freddo. 

Temperature in calo su Toscana e Sardegna, in aumento sul resto del territorio, in maniera sensibile sul versante adriatico. 

Lunedì 11/03: tempo molto variabile, con instabilità irregolare su tutto il territorio, in ripresa entro metà giornata, con rovesci e temporali alternati a schiarite. Probabili episodi di grandine o graupel. Neve da 1200m sulla Sardegna, 1300/1500m sulle regioni peninsulari, con variazioni legate all’intensità di precipitazione. 

Temperature in calo. 

Buona serata! 

Tutte le nostre previsioni per il Nord, Centro e Sud Italia le trovate qui: previsioni Meteo Italia

I nostri articoli di didattica qui ->MeteoPills

Attraverso il seguente link puoi accedere a tutti i nostri canali social –> NaturalMeteo <-

Visita il nostro canale YouTube; iscriviti ed attiva la campanella per non perderti i nostri contenuti.

Sei un appassionato di funghi e vuoi rimanere sempre aggiornato sulla situazione in tempo reale, in tutta Italia? Segui funghimagazine.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abilita notifiche Si No