AVVISO PER SVILUPPI TEMPORALESCHI MOLTO INTENSI SULLE REGIONI DEL NORD NEL CORSO DEL POMERIGGIO ODIERNO

⛈⚠️
Fabio Fioramonti,
Buongiorno e buon inizio settimana, dalla scorsa settimana stiamo seguendo l’evoluzione temporalesca attesa per la giornata di oggi, come da analisi precedentemente illustrate (https://www.naturalmeteo.it/🔥londata-di-caldo-ha-le-ore-contate-violenti-temporali-attesi-sulle-regioni-del-nord⛈/ ) nelle prossime ore si assisterà al transito vero e proprio del ramo freddo della perturbazione che avrà il merito di garantire un ricambio d’aria a tutte le quote su gran parte delle regioni settentrionali. Nella giornata di ieri e quella di Sabato sulle regioni del Nord si è assistito ad evoluzioni temporalesche piuttosto disomogenee in termini di distribuzione precipitativa, le quali sono avvenute a “macchia di leopardo” seppur localmente violenti, indotte prevalentemente da contrasti atmosferici tra infiltrazioni di aria più fresca dagli spartiacque alpini ed aria più calda e molto umida preesistente nel catino padano e non dal transito di un vero e proprio sistema perturbato ; come detto nelle prossime ore avverrà il transito vero e proprio della perturbazione temporalesca e di conseguenza la distribuzione delle piogge sarà più omogenea e ben distribuita sul territorio con la possibilità di fenomeni molto intensi specie sulle pianure centro orientali e settori pedemontani adiacenti alle prealpi lombarde (senza escludere i settori di bassa pianura).
A partire dalle ore 12 formazioni temporalesche a partire dai settori più settentrionali del Piemonte (settore Ossolano), in successiva evoluzione verso la Lombardia (Varese, Como, Lecco, Bergamo,Brianza, alto milanese); ove sussiste la possibilità di piogge a carattere di nubifragio accompagnati da grandine di medie dimensioni, oltre all’intensità delle precipitazioni attese va monitorata la persistenza di queste poiché non è esclusa la formazione di temporali di tipo “autorigenerante” semi stazionari, il che vuol dire che sussiste un elevato pericolo di allagamenti (specie di sottopassi) e vi consigliamo prudenza per chi si metterà alla guida. Nel corso delle ore tardo pomeridiane il sistema perturbato tenderà a coinvolgere anche le regioni di Nord Est ove non si escludono fenomeni estremi, con la possibilità di trombe d’aria sulla pianura veneta e friulana. Calo repentino delle temperature entro la mattinata di domani con divario netto rispetto alle temperature registrate gli scorsi giorni, non si esclude la possibilità di nevicate con accumulo lungo le creste alpine di confine delle Alpi centro orientali, indicativamente oltre i 2000/2100m.
Miglioramento delle condizioni atmosferiche a partire da Martedì, favorito dall’inserimento di venti più secchi da Nord (favonio)
Seguiranno appositi post di Nowcasting in pagina nel corso delle prossime ore.
Raccomandando prudenza!

HaveANiceMondayToAll

FF
In allegato: Mappa relativa alla possibilità di fenomeni temporaleschi intensi, su scala di rischio 1-3 nella quale il Nord Italia rientra nel grado 2 modello #Estofex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.