Anticiclone termico russo-siberiano detto “Orso”

territorio-russo
Territorio russo-siberiano foto 1

Oggi vorrei parlarvi un pò di questa famosa realtà invernale, molto desiderata dai meteo-appassionati e freddofili per via delle conseguenze gelide che porta col suo arrivo.
L'”Orso russo” praticamente è una strutturra altopressoria (alta pressione, H) termica.
Il suo luogo di origine si individua precisamente nel vastissimo territorio delle grandi steppe in Russia e Asia centrale.
Dal tardo autunno ha inizio un lungo ma repentino processo di raffreddamento aiutato sia dal diminuire costante delle ore di luce, la presenza di aria relativamente secca e sia dall’assenza mitigatrice del mare per via della sua lontananza.

gelo-russo
gelo russo foto 2

Si andrà quindi a creare una vasta zona di freddo pellicolare con alti valori pressorici, già il nome tradisce la sua conformazione, di aria fredda(gelida al culmine della sua maturità) stazionaria al suolo fino alla quota massima di 1000/2000 metri di quota.(foto 2)

Ma cosa c’entra tutto ciò con i sogni più disperati di noi freddofili italiani?
Ecco proprio questo lago gelido può, in alcune rare configurazioni meteo, venire richiamato alle nostre latitudine grazie ad un innalzamento deciso dell’alta pressione delle Azzore verso la scandinavia agganciandosi a sua volta all’Alta pressione scandinava, creando un collegamento unico tra Atlantico e Russia.(foto 3)

 

ponte-wejkoff
fonte Meteociel foto 3

Ciò farà scivolare, con moto retrogrado(con una direzione opposta rispetto al moto naturale di una massa d’aria dell’emisfero boreale) sul bordo orientale di questo ponte, il gelo presente sul territorio russo e dando vita a scenari gelidi e persistenti sulle regioni che verranno colpite, accompagnate spesso dal Burian(un vento freddo russo).                                                                                  Temperature di svariati gradi sotto lo zero nelle minime e massime al di poco sopra lo zero(nei posti più vicini al mare) ci accompagnerebbero per parecchi giorni regalandoci nevicate e panorami ormai divenuti “purtroppo” un pò inusuali per le nostre latitudini.

Con la speranza che si verifichi vi lascio con questa foto dove riassume un pò i suoi magici effetti.!

stratwarming-VP
Burian dalla Russia foto 4

 

 

P.S : Di seguito vi allego una foto(n° 4) dove è stato registrato un rapido e fortissimo aumento della temperatura in stratosfera sul Vortice Polare cosiddetto Stratwarming.

 

Foto stratwarming 5

Qualcosa si muove per alcuni scenari sopra descritti, ma ne riparleremo in un altro articolo.
Vi ringrazio per l’attenzione posta a questo approfondimento.
A presto!

 

Cino di LeggiunoWeatherlive

Precedente stazione meteo personale tra poco online..! Successivo Schermo solare. A cosa serve?

Un commento su “Anticiclone termico russo-siberiano detto “Orso”

I commenti sono chiusi.